Comunicato della Fondazione Pier Lombardo sulla politica dei prezzi

Leggo su Facebook qualche commento negativo sulle tariffe della balneazione applicate dal 31 maggio al 20 giugno 2017.

Senza alcuno spirito di polemica, desidero soltanto chiarire alcune questioni, per cercare di dare una corretta informazione.

Il Comune di Milano ha concesso mediante convenzione, il centro Balneare Caimi – oggi Bagni Misteriosi – alla Fondazione Pier Lombardo in cambio del recupero del complesso che da più di dieci anni era completamente abbandonato. L’investimento iniziale previsto ammontava a 2,5 milioni di euro con possibilità di sforare fino a 3 milioni. Per una innumerevole serie di motivi che non elenco per non annoiare, l’investimento al 30 maggio 2017 ammonta a circa 8 milioni di euro. Evidenzio, infatti, solo alcuni aspetti importanti che prescindono da varianti in corso d’opera. Smaltimento di amianto presente non soltanto sui tetti delle cabine spogliatoio ma di tutto l’impianto idrico dai locali delle vecchie caldaie alle piscine e docce, ove peraltro esisteva una folta popolazione di topi di dimensioni considerevoli. Mantenimento delle dimensioni della piscina grande 50 mt per 25 mt mediante la realizzazione di una grande sala macchine interrata, al fine di evitare il ridimensionamento della piscina grande a 35 mt per 25 mt. Installazione di caldaie per il riscaldamento dell’acqua, le piscine raggiungono la temperature di 26° a fronte dei 10/14° storici.

La Fondazione è un ente privato la cui partecipazione dei privati è notevolmente superiore alla maggioranza.

Per il Complesso Bagni Misteriosi, alcun contributo in danaro è stato erogato dal Comune di Milano. L’investimento è stato integralmente coperto da mutui bancari e da donazione di privati di cui uno in particolare per quasi il 50% dell’intervento di recupero complessivo.

La Fondazione gestisce quindi il bene comunale dato in concessione dal Comune di Milano e nel corso dell’attività alcun contributo pubblico è previsto né a compensazione di prezzi di ingresso, né sulla manutenzione ordinaria e/o straordinaria.

L’unico obbligo della Fondazione nei confronti del Comune di Milano, per effetto della convenzione è quello di mantenere “durante il periodo della balneazione”, prevista dalla fine di giugno alla fine della prima decade di settembre, un prezzo di ingresso non superiore ad un massimale stabilito sulle tariffe comunali. Dal 30 giugno 2016 al 10 settembre 2016, infatti, Bagni Misteriosi ha applicato la convenzione mantenendo prezzi di ingresso scontati, cosa che accadrà anche per il 2017 e per gli anni a venire.

Inutile sottolineare che nel periodo di balneazione i numerosi ingressi determinano ricavi sufficienti a coprire tutti i costi di gestione e manutenzione che a titolo di esempio, ma non in maniera esaustiva, si elencano:

  • Pulizia e disinfezione delle aree esterne
  • Pulizia continua locali interni : bagni, docce, wc, locali
  • Costi trattamento acqua e riscaldamento della stessa nelle due piscine
  • Costi personale: bagnini, cassieri, personale di servizio e vigilanza, bar, altro
  • Utenze elettriche e gas
  • Pulizia giornaliera vasche e fondo vasche

 

Dal 31 maggio al 20 giugno 2017, Bagni Misteriosi ha voluto aprire in via anticipata e privatamente la balneazione su richiesta di moltissimi utenti che in occasione della primavera desideravano fare il bagno.

E’ facilmente deducibile che il numero di ingressi non siano quelli della stagione balneare e, quindi, il prezzo del biglietto è più alto per cercare di rientrare dei costi di gestione sopra descritti che non per una minore affluenza sono inferiori a quelli dell’alta stagione.

Grazie per l’attenzione,

————————-
Michele Canditone
Procuratore della Fondazione Pier Lombardo e Amministratore Delegato di Bagni Misteriosi srl